Sì, certo, facile

Sì certo, come se fosse facile far apparire più cool la torba.

Un paese ingessato

Pregiudicata sarai tu

Altro che “siamo tutti pregiudicati”.

Pregiudicata sarai tu!

Queste sono cose dannatamente serie.

Non siamo mica allo stadio, sede dove peraltro la maggiorparte dei tuoi elettori pensa di essere.

Voltiamo pagina?

Il tempo è galantuomo.

Ma abbiamo sprecato 20 anni d’Italia.

Possiamo ora almeno sbrigarci a voltare pagina?

Quella voglia di usare il lanciafiamme

Oltre al fatto che l’allora assessore al Bilancio «parlava un inglese molto limitato e non ci si poteva aspettare che leggesse e capisse l’accordo che stava mettendo in atto»

Cioè non solo non capisci una mazza della materia, ma nemmeno sei in grado di leggere il contratto che stai firmando.
Ah, ma tanto non sono soldi tuoi.

Qual è il problema… Solo un po’ di milioni di euro nostri gettati al vento e regalati alle banche finanziarie…

Ecco, quando si vorrebbe avere delle punizioni, anche corporali, per questa gentaglia e chi li ha messi lì.

Cose

Sono successe cose varie in Italia negli ultimi giorni, il cui riassunto e commento richiederebbe energie che in questo momento non ho.

Fatto sta che si riparte da dove ci eravamo lasciati: Napolitano DI NUOVO presidente della Repubblica.

Uno scenario da solo sufficiente per farmi perdere ogni voglia di scrivere qualsiasi cosa.

Se non fosse che c’è perfino il rischio che il prossimo Presidente del Consiglio sia Giuliano Amato.

Non è un omonimo. E’ quello lì.
Già Presidente del Consiglio nel 1992, e geniale promulgatore del prelievo forzoso.

P.S.
Aggiungo solo un piccolo commento.
Mi dispiace molto di come sia andata con Prodi.
Un’umiliazione del genere non se la meritava davvero.

Finiamola qui, con saggezza

Napolitano ha messo in pratica la sua ultima geniale idea con la fantastica commissione dei “Saggi” per risolvere i problemi dell’Italia.

I quali sono riusciti a produrre un documento con proposte fumose, astratte e quando invece sono precise e di indirizzo, fanno pure ribrezzo o danni (per esempio, aumentare il controllo politico sul CSM).
Questo la dice lunga sulla capacità di persone, che secondo il Presidente sarebbero la crema dell’intelligenza politico-economica italiana, di proporre soluzioni concrete per un paese malato, alla deriva.

Si conclude quindi così il settennato del Presidente della Repubblica.

Un presidente che, devo dire, mi ha molto deluso e ho davvero mal sopportato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: