Bettino di fine anno

Craxi in Tribunale

Bettino Craxi, mentre si esercita a fare lo statista come imputato presso il Tribunale di Milano

Eccoci qua.

Si poteva finire questo fantastico 2009 in santa pace?

Ovviamente no!

C’è sempre qualche intelligente che lavora nell’ombra o (disgraziatamente per noi) troppo manifestamente per farti venire una bella colite.

Vabbé, è un paio di giorni che si sta parlando di dedicare una via a Craxi niente po’ po’ di meno che a Milano.

La proposta del sindaco Moratti è stata commentata causticamente da Antonio Di Pietro.

L’amica di Bettino Craxi, la cantante Ornella Vanoni, intelligentemente pontifica: «se Milano decide di dedicargli una via significa che in qualche maniera è stato perdonato». Omettendo che in questo caso è la Moratti e la giunta che decidono e non Milano. Ma sarebbe stato un po’ più brutto dirla in questo modo.

Milano l’ha talmente perdonato, che la Lega, ormai completamente svenduta a Berlusconi sulla giustizia, su questa cosa invece cerca proprio di evitare problemi. Proprio cretini forti non lo sono.
Infatti, Matteo Salvini, capogruppo leghista al comune di Milano, dichiara: «Se ci chiedono il consenso diciamo:”No, grazie!’»

Nel frattempo nel PD tutto tace a parte qualche commento un po’ deprimente di Penati, come riportato qui: “Questo non è il momento (ndr: di dedicare una via a Craxi). Prima di arrivare alla riconciliazione credo sia necessario passare attraverso un’analisi storica dell’azione di Craxi, come politico e come uomo di governo. Un’analisi condotta al di fuori della sua vicenda giudiziaria e che sappia far emergere le luci e le ombre del suo operato, che resta comunque importante”.

Al di fuori della sua vicenda giudiziaria? Bah. Ma d’altronde si sapeva già come la pensavano a riguardo i capoccia del PD.

Basti ricordare l’offensiva proposta di Fassino di far entrare Craxi nel pantheon del PD (escludendo invece, tanto per fare un esempio, Berlinguer. Enrico Berlinguer, non l’altro). Proposta presa a pernacchie perfino da Stefania Craxi.

Per non farci mancare nulla, fu indimenticabile anche la sparata di quello che era sindaco di Roma e che ha condotto alla caduta del governo Prodi nel 2008 (sì, stiamo proprio parlando di Veltroni), che dopo un forzato silenzio di mesi in questi giorni vuole fare tanto la figura del saputello.

Oggi la Moratti completa l’opera con questo filmato youtube. Sì, mi sono pure fatto del male vedendomelo per intero l’ultimo dell’anno.

A circa 5 minuti e mezzo di filmato ho pensato: “Ma dopo tutti questi continui sbrodolamenti su Craxi statista, sempre il solito esempio su Sigonella, sull’interpretazione dell’uomo dal punto di vista umano, ma lo accenneranno per un attimo che Craxi era un pregiudicato, un latitante, un corrotto?”

Accontentato. Ci sono le solite balle su Craxi, unico parafulmine per quello che è successo in Tangentopoli. La Moratti sembra poi quasi sul punto di piangere quando rievoca il “bellissimo discorso” in parlamento di Craxi, ovvero quello in cui il succo era: “Io rubo, ma tanto rubano tutti”.

Ecco, credo che si possa concludere il tutto semplicemente riportando il commento di Francesco Saverio Borrelli, l’ex Procuratore Capo di Milano:
«Trovo indecoroso, offensivo, intitolare una via, una piazza o qualunque cosa ad un personaggio che è morto da latitante».

Bella lì, e buon anno a tutti.

P.S. Per la cronaca, secondo Google Maps, le città che si sono già dotate di una “via Craxi” ad oggi sono 6:

Valmontone (Roma), Foggia, Lecce, Botrugno (Lecce), Marano Marchesato (Cosenza), Scalea (Cosenza).

Annunci

3 Risposte to “Bettino di fine anno”

  1. alberto biraghi Says:

    Una ricostruzione che non fa una grinza. E che mette in evidenza il livello della nostra politica, schierata in modo rigorosamente bipartisan a favore dei ladri.

  2. anidridecarbonica Says:

    Non c’è credo nulla da aggiungere al tuo post. Grazie.

  3. Letizia Moratti, Bettino Craxi « Anidride carbonica Says:

    […] un post di Twilight of My Country, molto più articolato di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: