Una precisazione, signor Presidente…

Oggi, Gianfranco Fini, durante un discorso riguardo il parallelo fra Tangentopoli della Prima Repubblica e la situazione attuale ha dichiarato:

“Oggi chi ruba non lo fa per il partito ma perché‚ è un ladro”.

Giusto una precisazione… In generale, non si rubava per il partito. Tipicamente si rubava per le correnti di partito.

Per fare un esempio, non si rubava per la Democrazia Cristiana, ma per la corrente andreottiana, per i Forlani, etc. etc…

Poi non è il caso di dimenticare anche che c’era chi rubava esclusivamente per se stesso, tipo lo statista Craxi.
Altro che Craxi che elemosina tangenti per il partito.

P.S. Stavo per fulminare sul posto Fini, visto che dalla frase riportata sopra potrebbe sembrare che i politici della Prima Repubblica fossero dei poveri oppressi e non dei ladri a loro volta. Leggendo il resto dell’articolo segnalato, sembra che Fini abbia precisato di non voler legittimare nessuno perché‚ anche quelli della prima Repubblica “erano ladri” ma sulle loro spalle “c’era il peso di mastodontici apparati”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: