Politica estera italiana

Sono stato un po’ in dubbio sul titolo da dare a questo post. Fra i vari candidati più rappresentativi:

1) La vaghezza
2) L’inutilità
3) Il predecessore del Ministro Minetti
4) We don’t have a formal proposal for the venue of my next vacation yet.
5) Ma davvero Frattini si fa fare delle domande?

P.S. Hat tip: Francesco Costa

Annunci

Non riesco a trattenermi dall’applaudire

In effetti avevo rimosso che se ne era parlato anche in questo blog.

Ma grazie a Wil, mi è ritornato in mente questo tragicomico intervento di Berlusconi in una trasmissione della tunisina Nessma TV, gentilmente messa a disposizione all’epoca da Daniele Sensi.

Una specie di monologo spalleggiato da microfonisti spalla.

Chissà perché così tanti tunisini si stanno riversando verso Lampedusa…

Distributore di falsità

Io lo ripeto da anni.
Se Berlusconi non avesse avuto le televisioni, il suo peso elettorale sarebbe stato pari a quello di Giorgio Panto. Risibile.

Se Raimondo Vianello, Mike Bongiorno, Ambra Angiolini, non avessero sponsorizzato il loro capo nelle trasmissioni Mediaset, non avremmo mai avuto il primo governo Berlusconi e chissà quale sarebbe stata la storia d’Italia.

Quasi venti anni dopo, i mezzi per sponsorizzare il capo sono sempre gli stessi, anche se non si limitano più alla raccomandazione (più o meno sincera di quelli che sono stati nominati prima). Siamo da anni affogati da una montagna di menzogne e disinformazione.

L’ultima, e che grida veramente vendetta, è quella di pochi giorni fa: una finta aquilana, pagata, che interviene alla trasmissione Forum su Rete 4 per incensare le lodi di Berlusconi e Bertolaso sostenendo che l’Aquila è tutta ricostruita e che la sua è l’unica attività commerciale che non è ancora ripresa.

[blip.tv http://blip.tv/play/AYKu6W0C%5D

Ecco perché ci terremo Berlusconi fino a quando questioni anagrafiche lo reclameranno in altri luoghi: grazie ai milioni di Italiani che rimarranno nella disinformazione e nell’ignoranza totale.

Che popolo orribile.

P.S.
E complimenti pure a Rita Dalla Chiesa, che è pure figlia del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. Complimenti.

Paralisi Gelmini

Segnalo un articolo di Repubblica in cui si narrano i danni che sta causando all’Università e alla ricerca in particolare la cosiddetta “Riforma Gelmini”.

Che follia. Sta collassando tutto.

17 Marzo 2011

Ogni giorno c’è un buon motivo per piangersi addosso e per essere schifati di questo paese.
Invece oggi, nel giorno dei 150 anni dell’Unità* d’Italia, voglio solo dire:

Viva l’Italia, tutta intera. Viva l’Italia degli onesti e di chi compie il proprio dovere ogni giorno.

L’arte di infinocchiare con gli scambi di ruolo

Da domani sera inizia la sciagura: ogni sera Giuliano Ferrara dopo il Tg1 con “Qui Radio Londra”.
E per di più al posto che era stato di Enzo Biagi.

Ci sono state ovvie polemiche su quanto ci costerà sentire ogni sera Ferrara e le sue massime di saggezza ed intelligenza
Per saperne di più, vi rimando a questo post.

E per la serie “chi ben comincia è a metà dell’opera”, stasera intervista al Tg1 a Giuliano Ferrara, presente in studio.

Già iniziamo male.

Se i magistrati fanno comizi, allora i parlamentari possono emettere delle sentenze“.

Veramente, il supposto parallelo con scambio di ruoli, per reggere dovrebbe iniziare con “Se i magistrati votano le leggi…”

Perché i parlamentari fanno più che fare i comizi, vero Ferrara?

Magari nel suo mondo ideale, i parlamentari non le votano nemmeno più le leggi.
Non rivestono neanche più il ruolo attuale di “passacarte”, votando notarilmente a scatola chiusa quello che è stato confezionato dal governo.

Benissimo. Per altre perle del genere, tutte le sere dopo il Tg1, “Qui Radio Londra”.
Good Night and Good Luck.

Adesso non va più bene che il processo sia “breve”

Per quanto riguarda il processo Mills in cui Berlusconi è accusato di corruzione, per Ghedini «il pm ha una fretta frenetica».

Eh.. caro Ghedini, è proprio questo il concetto di processo breve, che si cerca di celebrare con efficienza per raggiungere una sentenza.

Non il vostro “processo breve” ovvero la fine del processo perché non si è fatto in tempo a concluderlo entro 2 anni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: